"...Gli alberi sono santuari. Chi sa parlare con loro, chi li sa ascoltare, conosce la verità... Essi predicano incuranti del singolo,
la legge primigenia della vita..."
Hermann Hesse
da Il Canto degli Alberi

Il mio lavoro nasce dalla passione per gli alberi. E' importante per me cercare di coniugare la loro condizione di Grandi Esseri Viventi con il contesto urbano che li circonda.

Tree climbing
Abbattimenti
Palme
Potature
Foto
Contatti Link
Alberamente - Emanuela Russo - Tel: 389/8325244 | Email: info@alberamente.it | P.I. 11231411007 - Roma | webmaster FERROTEMPERA | Privacy Policy | © 2015
  Sito web ottimizzato per la visualizzazione orizzontale  

Tree Climbing

Il Tree Climbing è una tecnica di arrampicata che tramite imbraco e corde permette di intervenire su tutte le parti della chioma di un albero, lavorando al suo interno dove nasce e si sviluppa.
La sicurezza è completa per il tecnico che esegue il lavoro, come per il committente che si affida alla sua professionalità.
Tutto nel pieno rispetto dell'albero perchè si analizza in ogni sua parte e dell'ambiente che lo circonda, perchè l'intervento in Tree Climbing ha il vantaggio di essere silenzioso, discreto e non inquinante, evitando la sosta del mezzo meccanico con motore in funzione.

Alberamente utilizza soltanto attrezzature omologate, personale formato, certificato ed assicurato per il lavoro in alta quota e garantisce quindi il totale adempimento delle norme vigenti.
(all. 21 al D. Lgs 81/2008 e 106/2009)

Abbattimenti

Gli alberi sono risorsa per tutti, anche per chi non può vederne dalle proprie finestre, perchè abbatterli?

Prima di eliminare un albero accertiamoci di aver fatto tutto il possibile per cercare un'alternativa. Chiediamo consiglio e parere di un tecnico specializzato che ci aiuti a capire la reale condizione della pianta e ricordiamo sempre che stiamo eliminando una sorgente di vita e di equilibrio dell'ecosistema...cosa resta al suo posto?
I motivi importanti per cui doverlo fare sono davvero pochi e sono gli stessi delle Potature: la condivisione dello spazio è diventata difficile e pericolosa, oppure l'albero è malato e non si può curare.

Quando arriva dunque il momento di ricorrere all'abbattimento informiamoci prima di quale regolamento sia in vigore nella nostra città e richiediamo un preventivo per l'intervento ad uno specialista del settore. Le multe per chi abbatte senza autorizzazione del Comune sono importanti sia per il "proprietario" dell'albero, che per il tecnico che esegue il lavoro.

Dove lo spazio lo permette si può utilizzare il cestello meccanico con operatore regolarmente certificato (articolo 73 del Decreto legislativo 81/2008).
Se invece non è possibile arrivare all'albero con un mezzo si utilizza la tecnica Tree Climbing che permette di intervenire ovunque e senza alcun tipo di disturbo all'ambiente circostante.
E' un'operazione che richiede esperienza, competenza tecnica e professionalità dell'operatore.
Deve essere eseguita con specifiche attrezzature ed un equipaggiamento omologato.

Regolamento a Roma per l'abbattimento di alberi su suolo privato.

Palme

Le foglie e le infiorescenze secche formano una barriera protettiva per la palma, soprattutto per quelle costrette a crescere con un clima troppo freddo.
L'introduzione delle palme in città rende tuttavia necessaria la loro cura e potatura sistematica, per prevenire la caduta improvvisa del secco ed evitare che il capitello della palma diventi ricettacolo di nidi, insetti e altri animali.
Per salire sullo stipite della palma non dobbiamo utilizzare ramponi, nè altro che possa lesionare la pianta, perchè sono ferite che non riesce a cicatrizzare, dalle quali possono nascere attacchi di funghi e parassiti, pericolosi per la sua stabilità.
Ricordiamo che è ora in vigore su tutto il territorio nazionale la legge che regola gli interventi di potatura ed abbattimento di una palma ( D.M. 07/02/2011), a causa della diffusione dell'insetto ormai noto a tutti noi: Rhinchophoru ferrugineus Olivier, conosciuto come "Punteruolo rosso".

Se l'esemplare è molto alto si può quindi scegliere di utilizzare il cestello meccanico se lo spazio lo consente, o la moderna bicicletta delle palme, che permette all'operatore certificato di salire tranquillamente, senza limiti di spazio o altezza. Se invece possiamo fare da soli, ricordiamo soltanto di non lesionare lo stipite (il fusto) e tagliare soltanto le foglie secche ed ingiallite, mai quelle verdi!!!

Rivolgiamoci sempre ad un tecnico specializzato, perchè anche in questo caso, oltre a rischiare multe e sanzioni, mettiamo a rischio la salute e la stabilità della palma, rendendola pericolosa per l'ambiente circostante.

Potature

Quante volte si pensa che con l'aumentare dell'altezza, o della densità di una chioma, l'albero diventi pericoloso per persone e cose?
Ma è un Albero, quindi un essere vivente destinato a svilupparsi per tutta la sua esistenza!
Poniamo allora molta attenzione al momento della potatura e saremo più sicuri di mantenerlo in buona salute.

Potare un albero è necessario solo quando la condivisione dello spazio tra noi e la pianta stessa diventa difficile.
Oppure si pota (ma nel modo giusto) quando è malato per aiutarlo nella guarigione.
Gli interventi di potatura vanno eseguiti solo quando necessario, ad intervalli di anni, dipendenti anche dalla specie arborea.

Quando si pota una CONIFERA: ricorda che dove si effettua il taglio non cresce più nulla, il nuovo si sviluppa altrove.
Quindi capiamo bene: COME & DOVE

Quando si pota una LATIFOGLIA: ricorda che dove si effettua il taglio cresce poi il nuovo.
Quindi capiamo bene: COME & QUANTO

Per tenere conto di tutti questi fattori l'albero va osservato dal suo interno, fino agli apici dei rami.
Soltanto una potatura effettuata in Tree Climbing permette questa attenzione!
Cerchiamo di evitare potature con i cestelli meccanici, perchè per molti tipi di chioma, è impossibile osservarne da fuori l'intero sviluppo.

Ogni albero ha la sua storia descritta in ogni parte che lo compone, ma bisogna saperla leggere ed interpretare.
Cerchiamo sempre chi sa farlo e ci dà garanzia di aver posto attenzione all'esemplare da potare.

Una potatura errata o troppo drastica può aumentare il rischio di malattie parassitarie, rendere instabile l'abero o addirittura portarlo alla morte.

Non confondiamo una potatura con una CAPITOZZATURA!

Capitozzatura  Potatura corretta

Capitozzatura al 1° anno  Potatura corretta al 1° anno

Capitozzatura al 3° anno  Potatura corretta al 3° anno

Capitozzatura al 6° anno  Potatura corretta al 6° anno

E non dimentichiamoci l' APPARATO RADICALE!
I più recenti studi di arboricoltura confermano la corrispondenza tra chioma ed apparato radicale di un albero. Interventi errati sull'apparato radicale vedranno risposta nel tempo anche sulla chioma e viceversa.
Una potatura errata, come un danneggiamento dell'apparato radicale, potrebbero essere rischiosi per la stabilità totale (tutta la pianta) o parziale (alcuni rami/branche) dell'albero.